1

Artigiani: consigli per ripartire a razzo dopo il covid

Le imprese artigiane sono state coinvolte molto duramente in questi primi mesi dell’anno in virtù della chiusura decretata come misura di contenimento.

Infatti soltanto nel primo mese si è stimato una perdita di 7 miliardi di fatturato per quanto riguarda le attività correlate all’artigianato. Questo rallentamento ha scoraggiato molto tali attività determinando un’effettiva chiusura di gran parte di esse, mettendo a rischio il nostro sistema di produzione artigianale.

Il danno più grande deriva non tanto dalla chiusura, cosa necessaria, piuttosto dalla mancanza di clientela e quindi della domanda. Fenomeni derivanti dalla riduzione del numero di turisti e della possibilità da parte degli italiani stessi di viaggiare ed acquistare prodotti, i quali verosimilmente si prospetteranno anche dopo l’eventuale riapertura che dovrebbe avvenire il 18 maggio. Il conseguente scenario unito ai costi che avranno l’adozione di procedure di sanificazione e di messa in sicurezza delle varie aree rappresenteranno delle spese accessorie che graveranno ancor di più sulla già instabile situazione di suddette imprese.

Quindi anziché focalizzarsi solo sulla produzione, sarebbe il caso di valutare anche altre soluzioni. E’ un dato di fatto che: pubblicizzare i propri prodotti online determini un successo inevitabile. Pertanto è il momento ideale per imparare nuove skills e mettersi in discussione, usando gli strumenti che ci offrono internet ed i social media.

Se stai avendo problemi nella vendita dei tuoi prodotti o se hai qualsiasi tipo di domanda su come potresti fare per ripartire veramente a razzo, scrivici un messaggio o una mail e ti daremo la possibilità di sfruttare anche i nostri canali per incrementare la tua visibilità.

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato. I campi richiesti sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.