1

Le Tre “F” del Made in Italy: Fashion

Storicamente la moda italiana nasce il 22 luglio 1952 per opera del marchese Giorgini la cui mostra venne resa pubblica nella Sala Bianca di Palazzo Pitti. Molti furono i tentativi di istituzionalizzazione ed indipendenza dai modelli ad ispirazione francese degli anni precedenti. Iniziò così ad affermarsi un nuovo modello italiano, riconosciuto a livello internazionale.

Il successo del nostro Made in Italy origina prevalentemente dall’attività di Artigiani e di Piccole e Medie Imprese che grazie alla flessibilità, all’elevata specializzazione produttiva, alla cultura del buon gusto e del saper fare hanno saputo affermarsi con i propri brand arrivando in alcuni casi a diventare leader nel settore.

Esempi di tale successo sono realtà come quelle di Armani, Versace, Valentino, che dal piccolo della loro personale produzione/collezione hanno oggi conquistato tutto il mondo della moda, fino ad arrivare ad importanti sfilate come la Milano Fashion Week.

Questo appuntamento è un punto di ritrovo di tutte le varie case di moda e del panorama internazionale che ne viene a seguito, donando alla città di Milano e all’Italia intera sempre più prestigio in questo campo. 

L’espressione Made in Italy è divenuta sinonimo di leadership nel design, di qualità ed affidabilità riconosciute universalmente. Tale espressione infatti, evoca non solo un’indicazione geografica, ma anche un insieme di valori: nell’immaginario collettivo è rappresentativo di un’Italia di qualità in cui si fondono tradizione, sentimento, territorio, ma anche innovazione e tecnologia.

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato. I campi richiesti sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.